Assisi



Santa Chiara


Ad Assisi, nei pressi del Duomo di San Rufino, c'era la casa di Messer Favarone di Offreduzzo

Messer Favarone era imparentato con la nobile famiglia degli Sciffi e sposato con Madonna Ortolana.

Nel 1194 da questo matrimonio nasceva una figlia a cui venne dato il nome di Chiara.

Le leggende narrano che il nome di Chiara non venne dato per caso.

La madre Madonna Ortolana prima di partorire andò a pregare presso il Duomo di San Rufino dove una voce Le disse:

"... non aver paura perchè partorirai felicemente una Chiara luce che illuminerà la luce stessa"

San Damiano San Damiano


Presto orfana Santa Chiara aveva vissuto insieme alla madre ed alle tre sorelle Penenda, Agnese e Beatrice.

Per una giovane del 1200 non c'erano molte alternative o si sposava od andava in convento.

E fin da quando aveva 15 anni a Santa Chiara venne trovato uno sposo .... ma Lei aveva invece deciso che il Suo Sposo fosse il Signore.



Santa Chiara è affascinata dalle parole di San Francesco (che forse non conosce direttamente) ma "sente" attraverso i racconti del cugino Rufino (uno dei primi discepoli di San Francesco).

E' il 28 marzo la sera della Domenica delle Palme del 1211 (ma su altri testi viene riportata la data del 1212).

Santa Chiara ha appena 18 anni quando scappa da casa insieme a Pacifica di Guelfuccio e raggiunge San Francesco alla Porziuncola.

San Francesco e la conversione di Sanat Chiara

Qui si convertì alla Regola Francescana consumando il taglio (tosatura) dei biondi capelli e con la vestizione del saio.

Da quel giorno anche per Lei l'unica Regola fu fedeltà a "Sorella Povertà".

Questa conversione "non concordata in famiglia" (ricordo che santa Chiara era stata promessa in sposa a qualcuno) provocò la reazione dei parenti che la cercarono per riportarLa a casa.

San Francesco, che era memore dei fatti successivi alla Sua "fuga da casa", nascose Santa Chiara in conventi amici.

Ma gli eventi precipitarono quando anche Agnese scappò di casa per ricongiungersi alla Sorella.

I parenti intervenirono ferocemente e riuscirono a riprendersi Agnese che, per miracolo, diventò più pesante del ferro e, nonostante fossero in molti, non riuscirono a muoverla.

Capito che era intervenuto qualcosa di soprannaturale i parenti si ritirano e Santa Chiara potè uscire dal suo nascondiglio e:

Arcangelo Gabriele

Sorella,


quanto ho pregato per te!


E lo Sposo Gesù mi ha esaudita.


Eccoci ormai perfettamente libere.


Vieni


Egli ci attende

Santa Chiara


Dopo poco anche l'altra sorella Beatrice e la madre Ortolana si ritirano in convento insieme a Santa Chiara ed Agnese.



Numerosi sono i miracoli attribuiti a Santa Chiara, ma a noi piace citarlo solo uno quando nel 1240 le truppe imperiali di Federico II tentarono di violare il convento di San Damiano e Santa Chiara le sbaragliò con la sola forza della preghiera.

Convento di Santa Chiara


Dalla Domenica delle Palme del 1211 Santa Chiara passò 41 anni, quasi sempre malata ed in penitenza perpetua, finchè l'11 Agosto 1253 morì nella chiesa San Damiano, chiesa ove aveva praticamente sempre vissuto.

Appena il giorno prima Papa Innocenzo IV (10 Agosto 1253) aveva firmato la bolla di approvazione della Regola dell'Ordine delle Clarisse ... come a dire che la missione in terra di Santa Chiara era conclusa.

Nel 1255 Santa Chiara fu proclamata Santa e nel 1260 il Suo corpo venne traslato dalla chiesa di San Damiano alla nuova chiesa che porta il Suo Nome.

Il Corpo di Santa Chiara venne deposto in una cripta sotto l'altare maggiore dove poi praticamente è sempre rimasto fino ai giorni d'oggi.


Ogni anno l'11 agosto ad Assisi viene festaggiata Santa Chiara con varie funzioni liturgiche, una processione ed i fuochi di artificio.









Ricerca con Assisiweb.com


Assisiweb
Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/01






E-mail webmaster@assisiweb.com



Prodotto e realizzato da:
acpb - Internet and multimedia services

Copyright © - acpb / assisiweb

All rights reserved


Assisiweb.com è pubblicato con
Licenza Creative Commons